Charles Dickens Museum
  • Ciao viaggialettori! Oggi vi racconto del Charles Dickens Museum a Londra. Dopotutto ormai ormai è dicembre inoltrato, siamo nel pieno del freddo e della sua energia tutta particolare. Natale è alle porte, per la gioia di tutti noi amanti di lucine, doni, pandoro e melodie tintinnanti; un po’ meno per la gioia dei Grinch di turno. O forse dovrei dire degli Ebenezer Scrooge di turno? Perché sì, dai, non è Natale senza il Canto di Natale di Dickens! E così, proprio a ridosso delle festività natalizie, quale periodo migliore per portarvi al Charles Dickens Museum?

Ho visitato il Charles Dickens Museum a Londra una mattina di metà settembre, qualche tempo fa. Pioveva, e Doughty Street aveva un fascino tutto particolare con i lampioni ancora accesi: sembrava fosse tardo pomeriggio. Al numero 48 le finestre erano tutte illuminate, e l’atmosfera all’interno appariva calda e confortevole. Questa casa museo mi ha letteralmente incantato, dal secondo in cui ho varcato la porta.

Charles Dickens Museum

Charles Dickens Museum

Il personale è cordiale e accogliente, ed è piacevolissimo intrattenersi a parlare di letteratura tra una stanza e l’altra. Gli ambienti sono curati ed organizzati alla perfezione: si ha davvero l’impressione di essere ospiti, e si ha quasi paura di disturbare.

Dickens visse in questa casa per circa tre anni: vi si trasferì con la moglie e il loro primo figlio, ed è proprio tra queste mura che scrisse Il Circolo Pickwick, Oliver Twist, e Nicholas Nickleby.

Charles Dickens Museum

Charles Dickens Museum

Il Charles Dickens Museum è organizzato su diversi piani, e l’ombra del celebre autore inglese, dipinta sulle pareti, ci guida in un percorso affascinante volto a scoprire ogni singolo ambiente della casa.

Nel seminterrato troviamo la cucina, la lavanderia, la cantina dei vini. L’ambiente è spoglio e rustico, ma i dettagli esposti con cura, il pane fresco e gli aromi sul tavolo, vi faranno percepire tutta l’attività che prendeva vita qui sotto. In pieno stile Downton Abbey, mi sono spesso chiesta se da un momento all’altro non saltasse fuori Mr Carson.

Charles Dickens Museum

Charles Dickens Museum

Al pian terreno troviamo l’ingresso, la sala da pranzo e una meravigliosa Morning Room: la casa è elegante, gli arredi raffinati, le pareti ospitano un gran numero di ritratti e dipinti. Ai piani superiori è possibile visitare lo studio dell’autore, la stanza dove era solito vestirsi, le stanze private da letto e infine quelle dei domestici. Si può camminare liberi tra oggetti personali e mobilia d’epoca: alcuni elementi sono originali, altri fedeli copie contemporanee al periodo in cui visse l’autore di David Copperifield. La scrivania, le bozze dei suoi romanzi, l’anello di fidanzamento della moglie, è tutto ad un passo da te.

Charles Dickens Museum

Charles Dickens Museum

Al prezzo di £9.00 ci si può immergere totalmente nella vita privata di un uomo, di uno scrittore, di un nome ormai reso eterno dalla letteratura inglese. Al Charles Dickens Museum ci si può sentire a casa per un po’, anche se non nella propria casa, ma in una casa. Magari mentre fuori piove, che per Londra non è poi così strano. Se infine ci si volesse trattenere ancora un po’, tornando giù ci sono un adorabile cortile interno e una caffetteria. E ovviamente l’immancabile, fornitissimo, gift shop.

Charles Dickens Museum

Charles Dickens Museum

Se volete maggiori informazioni sugli orari di apertura e le mostre in corso trovate il sito del Charles Dickens Museum qui. Ma per vivere appieno la magia del posto dovrete farvi una passeggiata e recarvici di persona: ne vale davvero la pena! Dimenticatevi per qualche momento della metropolitana che sfreccia via, del wifi, del caos dei saldi nelle strade affollate, e immergetevi in una Londra lontana, verso la metà del 1800… Ladies and gentlemen, prego toglietevi pure i soprabiti e accomodatevi, gradite una tazza di tè?

Charles Dickens Museum

Charles Dickens Museum

Ps. Tutti pronti ad andare a vedere al cinema Dickens, l’uomo che inventò il Natale? Da oggi al cinema!!! Passate giorni belli e buone feste, viaggialettori!

Siete mai stati al Charles Dickens Museum? Avete avuto anche voi l’impressione che tutto sia curato nei minimi dettagli qui? Quali altre case museo conoscete? Questi sono i miei suggerimenti se volete scoprirne altre: Il Museo Casa di Dante a Firenze: tra storia, cultura e letteratura, e Brontë Parsonage Museum: la casa di Jane Eyre