Libri Liberi, a Bologna

Conoscete la libreria Libri Liberi, a Bologna, in via San Petronio Vecchio? È la prima libreria in Italia dove i libri non si comprano. Nessun circolo di denaro, qui i libri “non si comprano né si vendono”. Sono andata a cercarla in uno dei miei viaggi a Bologna, e ve la racconto volentieri, perché l’ho davvero amata moltissimo.

Libri Liberi, a Bologna, è davvero una libreria molto speciale. Intanto è unica nel suo genere: infatti è la prima libreria nel nostro paese nella quale i libri non si acquistano. Nasce dall’idea, dalla passione e dall’impegno di Anna Hilbe, una libraia che nel 1977 fu tra le fondatrici della storica libreria delle donne di Bologna.

L’amore infinito per i libri nel 2012 spinge Anna ad affittare un piccolo monolocale e renderlo quello che è oggi. Una libreria unica nel suo genere, un punto di riferimento per il quartiere e per i lettori di tutta la città, uno spazio in cui ritrovarsi se si ha questa grande passione in comune: la lettura.

Libri Liberi, a Bologna

Libri Liberi, a Bologna

Libri Liberi, a Bologna: un gesto d’amore

Le spese relative all’affitto e alle utenze sono tutte a carico di Anna Hilbe, che con devozione e impegno mantiene in vita Libri Liberi, aiutata da libraie volontarie per i turni in libreria. Tutto, in questo posto, è un dono, un gesto d’amore. Chi vuole può entrare e prendere un libro, libero di renderlo, di tenerlo, di scambiarlo. La libreria Libri Liberi a Bologna sopravvive grazie alle donazioni di quei lettori che svuotano librerie, soffitte e scaffali, e che invece di buttar via i volumi ormai inutilizzati, li donano qui. E viene spontaneo, quando si riceve tanto amore, cercare di ricambiarlo. Ecco perché tanti sono quei lettori che si recano da Libri Liberi portando altri libri da scambiare, in modo che la libreria sia sempre viva, sempre in movimento.

Per consultare giorni e orari di apertura e per ulteriori informazioni, qui trovate la pagina Facebook della libreria. Anche se, come sempre, e in questo caso più che mai, il mio consiglio spassionato è quello di andare a curiosare di persona. È davvero un’esperienza unica!

Libri Liberi, a Bologna

Libri Liberi, a Bologna

La mia esperienza da Libri Liberi, a Bologna

Avevo letto di Libri Liberi a Bologna su internet, e a settembre, durante uno dei miei viaggi in questa città che mi conquista sempre, sono andata a cercarla. Ho portato con me tre libri: uno nuovo di zecca, uno acquistato in un mercatino dell’usato, e uno preso direttamente dalla mia libreria di casa. Anna Hilbe non era presente quel giorno, ma la gentilissima libraia volontaria che mi ha accolto ha preso i miei libri e li ha timbrati. “Questo libro non si compra né si vende”.

Ho scelto tre volumi meravigliosi per me: un’edizione tascabile Mondadori di Dracula, di Bram Stoker e una di Cime Tempestose di Emily Brontë, e un’edizione scolastica Garzanti di Jurassic Park di Michael Chricton. Conosco già Cime Tempestose e colleziono edizioni di questo romanzo, perciò la copia presa da Libri Liberi a Bologna è già sullo scaffale della mia libreria. Ho divorato Jurassic Park e lo porterò con me la prossima volta che torno a Bologna per scambiarlo di nuovo con qualcos’altro. Quanto a Dracula… vedremo, tanto devo ancora leggerlo.

Libri Liberi, a Bologna

Libri Liberi, a Bologna

Mi piacerebbe incontrare Anna Hilbe di persona e magari chissà, raccontarle di #followthebooks, il gioco dei libri lasciati in viaggio, che forse in qualche modo nasce dalla stessa passione e dallo stesso amore per i libri. Nel frattempo inizio a sognare il mio prossimo ritorno a Bologna, durante il quale farò tappa sicuramente in questa libreria davvero speciale.

E voi conoscete già Libri Liberi, a Bologna? Ci siete mai andati? Se vi va fatemi sapere nei commenti. Se volete scoprire un’altra libreria che amo in questa meravigliosa città non perdetevi La Libreria delle Donne a Bologna. Invece se siete curiosi di sapere dove ho nascosto il mio libro durante l’ultimo viaggio a Bologna vi consiglio di leggere #followthebooks Guida tascabile per maniaci dei libri (libro n. 7)